Altre fonti di informazioni relative al CLLD

Sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD)

Altre fonti di informazioni relative al CLLD

Collegamenti urbano-rurali e RURBAN (DG REGIO)

L’UE sta collaborando con paesi, regioni ed altri partner per promuovere i collegamenti tra regioni urbane e rurali. Un approccio effettivamente integrato allo sviluppo deve andare oltre il coordinamento politico intra-urbano e le tradizionali problematiche rurali. Va considerata anche l’integrazione con le zone limitrofe, sia urbane che rurali. I benefici di una rafforzata cooperazione urbano-rurale includono una pianificazione e un utilizzo del territorio più efficienti, una migliore erogazione dei servizi, (per es., trasporti pubblici, sanità) e una migliore gestione delle risorse naturali.

RURBAN (Partenariato per lo sviluppo urbano-rurale sostenibile) è un’azione preparatoria concordata dal Parlamento europeo nel 2010 e gestita dalla Commissione europea.

Per maggiori informazioni fare clic qui.

 

Migliorare il coordinamento dei fondi UE: cooperazione tra GAL LEADER e FLAG/GAC FARNET (FARNET, 18 giugno 2012)

Nel recente progetto di regolamento, la Commissione europea ha proposto che i quattro principali fondi lavoreranno insieme per sostenere “lo sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD)” seguendo le linee del modello LEADER. La Commissione sostiene che il CLLD “sarà un potente strumento... dal momento che può mobilitare e coinvolgere le comunità locali e le organizzazioni nonché i cittadini a contribuire pienamente ai più ampi obiettivi nazionali ed europei”. Proprio ora, oltre un centinaio di Gruppi di azione della pesca (FLAG/GAC) stanno già lavorando a stretto contatto con Gruppi di azione locale LEADER (GAL) per promuovere ulteriori percorsi sostenibili di sviluppo nelle loro zone. Le loro esperienze rappresentano lezioni per il futuro.

Il presente articolo è stato tradotto per la Rete rurale nazionale italiana. Per leggere la versione in lingua italiana, fare clic qui.

 

Attuare lo sviluppo locale “di tipo partecipativo” nelle città (esperti URBACT, P. Soto et al., 29 febbraio 2012) [PDF]

Come può lo sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD) diventare un potente strumento per migliorare le nostre città? Sulla scorta dell’esperienza di URBACT, gli esperti di sviluppo urbano hanno presentato delle prime risposte in un articolo intitolato “Attuare lo sviluppo locale ‘di tipo partecipativo’ nelle città. Lezioni da URBACT”.

Per maggiori informazioni fare clic qui.