Imprese rurali

“Imprese rurali” è uno dei sottotemi del lavoro tematico di più ampio respiro condotto dalla RESR su "Zone rurali intelligenti e competitive". Le attività realizzate nell’ambito di questo sottogruppo miravano a individuare soluzioni per sostenere l’imprenditoria rurale al fine di migliorare l’accesso a nuovi mercati e sviluppare con successo nuove forme di attività sia agricole, sia in altri comparti dell’economia rurale.

Questo lavoro tematico ha individuato nuove tendenze e nuovi sbocchi per le imprese delle zone rurali d’Europa: dalle opportunità nel settore delle biotecnologie sino all’economia delle esperienze, dalle potenzialità delle moderne tecnologie dell’informazione sino alle nuove domande dei consumatori.

Per sfruttare al meglio queste possibilità è necessario ripensare le imprese rurali, occorrono idee originali e forme più efficaci e moderne di sostegno all’imprenditoria, in grado sia di offrire un sostegno flessibile alle singole aziende rurali, sia di contribuire a colmare il divario digitale al fine di migliorare il tessuto imprenditoriale delle zone rurali.

Fornire un sostegno flessibile alle imprese significa:

  • prevedere approcci più intelligenti, che non si limitino a singoli interventi isolati ma che puntino a sostenere l’intero processo di sviluppo delle imprese, l’innovazione e nuove forme di accelerazione commerciale (ad esempio gli acceleratori per le imprese rurali);
  • creare un “ecosistema di supporto” che contenga al suo interno una molteplicità di elementi e pratiche quali forme di apprendimento tra pari, tutoraggio, formazione, consulenza ecc. accessibili in caso di necessità;
  • assicurare agli imprenditori un rapido accesso a forme di finanziamento flessibili e di ridotta entità;
  • adattare i modelli di sostegno in modo da superare le criticità che possono sorgere nei contesti rurali.

Colmare il divario digitale implica:

  • sostenere una maggiore diffusione della banda larga in tutte le zone rurali d’Europa, ad esempio con approcci innovativi di “banda larga di comunità”;
  • favorire l’acquisizione di capacità e competenze digitali tra la popolazione e nelle imprese rurali per consentire a tali soggetti di ottimizzare le opportunità esistenti in questo campo, come ad esempio l’accesso a nuovi mercati; 
  • sfruttare strumenti quali gli hub digitali in ambito rurale in grado di offrire connessione Internet superveloce e affidabile; postazioni di lavoro in spazi condivisi e una gamma di servizi mirati di sostegno alla collettività e alle imprese in funzione delle esigenze locali.

Attuare in modo strategico le Misure dei Programmi di sviluppo rurale (PSR) 

I PSR offrono un pacchetto di strumenti (Misure) utili per implementare questi modelli di sostegno all’imprenditoria rurale. In particolare:

  • favorire l’acquisizione di capacità e competenze mediante trasferimento di conoscenze (M1); servizi di consulenza (M2); cooperazione (M16); LEADER/CLLD (M19); assistenza tecnica (M20); 
  • prevedere forme di finanziamento flessibili nell’ambito della misura di sviluppo delle aziende agricole e delle imprese (M6); e di LEADER/CLLD (M19).

Per assicurare il successo di questi approcci è necessario ottimizzare l’uso di tali misure prevedendone una corretta articolazione e garantendo un coordinamento più efficace tra PSR e altre politiche, iniziative e strumenti che possono esercitare un impatto sullo sviluppo rurale, quali la politica regionale, l’Europa a banda larga e gli Strumenti finanziari.

Il lavoro relativo a questo sottotema prevedeva i seguenti elementi:

Relazioni

Pubblicazioni

/file/pb-rural-businessjpg-1_itpb-rural-business.jpg

/file/rr24jpg-0_itrr24.jpg

Opuscolo dei progetti FEASR
‘Sostenere le imprese agricole'

Rivista rurale dell’UE 24 - 'Ripensare le opportunità per le imprese rurali'

Casi di studio pratici

Schede

Seminario europeo

Gruppo tematico

Documenti informativi del gruppo tematico