Publications

Total results: 21.

Questo numero della rivista, dedicato al tema del “ricambio generazionale” nello sviluppo rurale, analizza gli interventi messi in campo per accogliere e sostenere una nuova generazione di agricoltori, comprese le proposte legislative della Commissione europea per la Politica agricola comune (PAC) post-2020.

In questo numero, le consuete rubriche “Notizie e aggiornamenti” dalla RESR e dall’UE e “Questioni rurali, prospettive rurali” danno voce ai portatori di interesse su temi che spaziano dalla più ampia indagine sinora realizzata su LEADER/CLLD al nuovo modello di attuazione della PAC.

Questo numero della rivista rurale dell’UE presenta una serie di iniziative avviate dalle comunità rurali in tutta Europa per trovare soluzioni concrete alle sfide cui sono confrontate e per cogliere nuove opportunità.

La pubblicazione analizza modi nuovi e innovativi di sfruttare l’innovazione digitale e sociale per potenziare i servizi rurali di base. Esamina inoltre approcci nazionali e regionali che consentono di creare condizioni favorevoli all’emergere di tali aspetti, nonché il contributo dei Programmi di sviluppo rurale per promuovere l’innovazione in tali servizi.

Questo numero si fonda sul lavoro tematico di più ampio respiro della RESR sui “Villaggi intelligenti”.

Questo numero della rivista rurale dell’UE, dedicato a un uso efficiente delle risorse, analizza le implicazioni per lo sviluppo rurale del concetto “fare di più con meno”. Incentrato esclusivamente sulla gestione dell’acqua e del suolo, esso evidenzia come le zone rurali possano diventare più efficienti sotto il profilo delle risorse. 

La pubblicazione descrive pratiche virtuose in questo ambito ed evidenzia come la politica di sviluppo rurale dell’UE possa essere utilizzata al meglio per sostenere una gestione più efficace delle risorse naturali. Viene inoltre presentato il programma dell’Unione europea “LIFE”, i cui progetti pilota forniscono molteplici esempi virtuosi di pratiche sostenibili che possono essere replicati nel comparto agricolo e in altri settori dell’economia rurale. 

Questo numero si fonda sul lavoro tematico di più ampio respiro della RESR su “Economie rurali efficienti sotto il profilo delle risorse”.

Questo numero approfondisce il concetto di ‘rural proofing’ e le modalità con cui è stato applicato. Vengono studiati gli approcci adottati nel Regno Unito e nei paesi nordici, e illustrate le visioni di Phil Hogan, Commissario responsabile per l’Agricoltura e lo Sviluppo rurale, e di Guillaume Cros, membro del Comitato europeo delle Regioni.

Nell’edizione sono incluse, come d’abitudine, le consuete rubriche ‘Notizie e aggiornamenti’ della RESR e dell’UE, e ‘Questioni rurali, prospettive rurali’ nella quale i portatori di interesse della rete si esprimono in merito a molteplici argomenti, quali per esempio le iniziative di tipo partecipativo per lo sviluppo della banda larga nelle zone rurali e il primo Parlamento rurale europeo dei Giovani.

Questo numero della Rivista rurale dell’UE è dedicato al tema della sostenibilità ambientale e sociale e a come questa possa rappresentare uno strumento di crescita economica nelle zone rurali dell’Europa.

La pubblicazione evidenzia alcune specifiche opportunità che la transizione verso un’economia verde può offrire a queste zone, tra cui il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e pratiche agricole e forestali più sostenibili. Questo numero della rivista si sofferma inoltre su vari aspetti pratici dei progetti della green economy e sull’importanza della cooperazione per conseguire risultati migliori.

Tema trasversale dell’intera pubblicazione: le modalità per garantire, attraverso i Programmi di sviluppo rurale (PSR), un sostegno ottimale agli interventi realizzati in queste zone.

Questo numero della Rivista rurale dell’UE evidenzia sia il ruolo della politica di sviluppo rurale dell’UE rispetto ad alcune sfide più generali della nostra società, sia le opportunità concrete di massimizzare il positivo impatto di tale politica sul campo. Vengono analizzate, in particolare, le risposte a criticità legate ad un accesso limitato alla banda larga in ambito rurale; ai cambiamenti climatici globali e all’attuale crisi umanitaria dei rifugiati. La pubblicazione prosegue analizzando in dettaglio alcuni strumenti strategici dell’UE nuovi o in divenire quali: CLLD plurifondo; Fondo europeo per gli investimenti strategici; Misura “Cooperazione” dei PSR.

Questo numero della Rivista rurale dell’UE, dedicato al tema “Migliorare l’attuazione dei Programmi di sviluppo rurale”, intende aiutare le autorità responsabili dei PSR e le altre parti coinvolte nello sviluppo rurale a comprendere e a privilegiare importanti requisiti e strumenti di attuazione dei PSR. Tra gli aspetti analizzati: come mantenere la centralità dei risultati concordati nell’ambito dei PSR; semplificare l’attuazione dei PSR; migliorare la performance finanziaria e l’avvio dei gruppi operativi.

Questo numero della Rivista rurale dell’UE sottolinea l’importanza di coinvolgere i soggetti interessati dallo sviluppo rurale e i metodi che possono essere utilizzati per sostenere tale partecipazione. Fornisce informazioni e consigli sui principali gruppi di soggetti interessati e illustra il quadro normativo comunitario per il coinvolgimento di tali attori e come quest’ultimo possa contribuire alla politica di sviluppo rurale. Nella pubblicazione sono altresì descritti esempi di buone pratiche in tale senso.

This issue highlights the value of the organic approach to agriculture and the rural economy, as well as its wider societal and environmental benefits. It further provides insight into the evolving European policy landscape - including a detailed profile of the European Commission’s Action Plan on the Future of Organic Production in Europe - and the course it is setting for the future of the sector.

The United Nations has declared 2014 the International Year of Family Farming, the primary aim of which is to promote, develop and strengthen all types of family-oriented agriculture as a socially valuable, economically viable and environmentally sustainable model.

Pages